Cerca nel sito

24/04/2014

Oggi l'apertura ufficiale del servizio di emodinamica all'ospedale San Biagio di Domodossola.

Nel giorno dell'apertura ufficiale del servizio di emodinamica presso l'ospedale San Biagio di Domodossola, interviene il Presidente del Consiglio regionale del Piemonte Valerio Cattaneo:

"Oggi sono molto soddisfatto per l'apertura del servizio di emodinamica del Verbano Cusio Ossola, presso l'ospedale San Biagio di Domodossola.

Era un impegno preciso che mi ero assunto nei confronti degli elettori e dei cittadini del VCO, per il quale molto mi ero speso durante la campagna elettorale del 2010 e che insieme ai colleghi consiglieri regionali del territorio, sono riuscito a mantenere. Per una volta (ma non è la sola!), la politica, e mi sia consentito, il centrodestra che ha governato per 4 anni la Regione Piemonte, ha tracciato un percorso e ne ha realizzato gli obiettivi principali.

Ringrazio il Presidente della Regione On. Roberto Cota al quale va ascritto, senza ombra di dubbio, e al di la delle sempre troppo facili polemiche che oggi non mi interessano, il merito di aver prestato attenzione al nostro territorio, confermando l'apertura del servizio di emodinamica a Domodossola per tutto il VCO, mentre altrove nel Piemonte, in virtù di un doveroso piano di razionalizzazione, simili servizi sono stati chiusi o ridimensionati.

Un modo per dare senso compiuto e quindi nei fatti e non a parole, al riconoscimento della specificità e della peculiarità della nostra provincia."

"Domodossola e le sue valli sono troppo distanti da Novara per certi tipi di patologie, come ad esempio quelle cardiologiche. Era dal 2010 che lavoravamo per dare al Vco il servizio di emodinamica che oggi è realtà"'. Così il presidente della Regione, Roberto Cota ha commentato l'inaugurazione del servizio di emodinamica all'ospedale di Domodossola.

Il governatore del Piemonte ha quindi rigettato l'accusa di chi ha voluto chiudere il punto nascite del San Biagio. "Polemica inutile - dice - fatta da chi aveva interessi particolari, interessi che non ci devono essere perché contano quelli generali".

 


Versione per stampa